Sample Image 16/03/11: Cristalli alla Specola, la più bella mostra di minerali al mondo
In mostra al Museo della Specola di Firenze, i bellissimi cristalli della collezione Giazotto.
E' stata allestita il 1 Aprile 2009 e avrebbe dovuto rimanere aperta fino al 1 Ottobre dello stesso anno, ma “Cristalli. La più bella mostra di minerali al mondo” resta al Museo di Storia Naturale della Specola di Firenze fino al 30 Giugno 2012.

La collezione comprende più di 500 esemplari e coincide con la storia di Alberto Giazotto, fisico particellare e suo fondatore, che fin da piccolo viene affascinato dai cristalli e inizia a raccoglierli, fino a mettere insieme una stupefacente collezione.

Sample Image
Giazotto iniziò ad appassionarsi ai cristalli intorno al 1943, prima attraverso l'osservazione di rocce e minerali lungo il fiume Dora, poi grazie alla passione della madre per gli oggetti antichi e la frequentazione di botteghe di antiquari. Un giorno, un antiquario gli donò una grossa scatola piena di minerali e da quel momento in poi i cristalli divennero per lui una meravigliosa ossessione.

Giazotto iniziò a viaggiare da un estremo all'altro della terra, in cerca dei più rari esemplari, acquistò campioni da minatori pachistani, brasiliani, cinesi e collezioni intere o parti di esse.

Nel 2001 acquisì la collezione di Gerlando Bennardo, suo amico personale, che aveva lavorato per molti anni presso la miniera di Giumentario: oltre agli zolfi ne facevano parte splendide associazioni di celestite blu su zolfo arancione proveniente dalla miniera La Grasta, stupefacenti cristalli di gesso su zolfo e aragoniti di Cianciana simili ad acquemarine.

Nel 2003 la collezione si è arricchita di minerali provenienti dalla Russia, il Pakistan, la Cina, il Brasile e l'Afghanistan e in mostra, oggi, confluisce una grandissima parte della collezione, compresi i cristalli e gli aggregati cristallini quali: il campione di cuprite del Namibia, l'elbaite di Paprok in Afghanistan, il cristallo di gesso di Niccioleta in Toscana e l'elbaite di Coronel Muerta in Brasile.

La mostra è aperta tutti i giorni, dalle 9:30 alle 16.30, eccetto il Lunedì, il biglietto costa 6 euro (3 il ridotto) ed esiste anche la possibilità di un cumulativo con il Museo di Storia Naturale della Specola (intero 10 euro, ridotto 5 euro).