Nomina” dell'ingegnere Giovanni Del Frago con relazione propedeutica alla planimetria da lui elaborata e istruzioni ricevute da Don Agesilao Bonanno, Duca di Castellana e di San Biagio e da Federico di Napoli e Barresi, Principe di Resuttana, a sostegno delle loro rivendicazioni sul diritto di pesca nel fiume Platani e dell'utilizzo dell'isola della Comunia.

 

(A.S.PA., famiglia Spadafora, vol. 540, ff. 259r. 270v., 12 dicembre 1775)

Die Duodecimo Decembris None Inditionis

Mill(esi)mo Septing(entesi)mo Septuag(esi)mo Quinto

Fuit per Exc(ellentissi)mum D(omin)um D(on) Fridericum / di Napoli, et Barresi Pri(nci)pem Resuttani / ex Magnatibus Hysp(anio)rum et de Cubiculo / S(acre) R(egie) M(aestatis) cum exercitio Actualem Pre/torem hujus felicis et fid(elissi)me Urbis Pan(ormi) / ex una, et per Exc(ellentissi)um D(omi)num D(on) Age/silaum Bonanno Ducem Castellane / e S(anc)ti Bla-sii ex Magnatibus p(redi)ctis / Hysp(anio)rum ex altera, facta infr(ascri)tta ele/ctio in pre(sens) D(ominum) Joannis Del Frago Ingegne/rii apud Notarius d(on) loachim Chri/stofori Cavaretta Panormi die 27. Octo/bris proximo preterito contendi instante 1775 huius modi sub / tenore videlicet. Die vigesimo septimo Ottobris No/ne indi(tionis) Mill(esi)mo Septingfen-tesi)mo Septuag(esi)mo / Quinto. Testamur quod Exc(ellentissi)mus D(omin)us D(on) Fridericus di Napoli, et Barresi / Pri(nci)pe Resuttani / ex Magnatibus Hysp(anio)rum / et Cubiculo S(acre) R(egie) M(aestatis) cum exercitio Actualis / Pretor hujus felicis et fid(elissi)me Urbis Pan(ormi) / ex una parte, et Exc(ellentissi)us D(omi)nus D(on) Age/silaus Bonanno Dux Castellane / et Sancii Blasii ex Magnatibus Hysp(anio)rum / ex altera, m(ihi) N(otarius) c(ognitus) c(oram) n(obis) vig(or)e p(rese)ntis invi/cem stipulantes sponte elixerunt et nominaverunt ac eli / guntet nominant D(on) loannem del Frago / ingegnerium m(ihi) N(otarius) c(ognitus) pre(sen)tem tamquam eodem / eorum expertum ad tabulam utriusque / contrahentis vicissimi, et amicabiliter pre/sentatem ine inda resultatum ad / effectum se conferenti in flumen Pla/tani cum assistentia respectivorum / segretorum su(prascri)tte terre Cianciane / et civ(ita)te Alexandrie sive p(erso)narum lo/co ipsorum resp(etti)ve / designandarum / per ipsos resp(etti)ve / Gubernatore, sive Segretos ad / requisitionem ipsius d(ict)e del frago in eo casu ipsi resp(etti)ve Gubernatores quavis ex ca(usa) / assistere impediti leg(itt)ima ferent ut ab eo/dem d(ict)e del frago conficiatur, et explea/tur planta topograpfia, et datur rela/tio justa instructiones eidem Experto / traditas per ambas partes ut vigore p(rese)ntis / ipse del frago sp(ont)e dixit et decl(aravi)t ac dicit/et declarat instructiones p(redi)ctas habuisse et recepisse a d(ictis) D(omi)nis Pri(nci)pe Resuttani, et Duce / Castellane per eosdem signatas circa / pendentias que vertunt inter ipsos dictos / Pri(nci)pem Resuttani, et Ducem Castellane / quo ad exercitium, et usum piicandi / in flumine nominato di Platani ex(te)nte / in Valle Mazarie iuxta suos confines / dictam que relationem dandi per acta publici / notarii ut inde pendentiam predictam amicabi/liter per arbitros sive arbitrum ab / utraque parte eligendos sive eligen/dum aut aliter visa rel(ati)one pre(di)tta, et omnibus / aliis in jure, et in facto perpensis suum / debitum obtinerent finemac penitus / extinguerentur, ita quod jura spectantia / ditto del Frago solvantur per partem suc/cumbentem, sic ex conventione inter eos ut / dicunt et non aliter iuraverunt etc. unde etc. testes / D(on) loseph Catania et D(on) Marianus Muzzo. / Ex actis meis notarii D(on) loachin Cristophori / Cavarretta de Panormi. Colletione salva / cui relatio habetur. / Cui quidem preditto del Frago tamquam ... / experto preditto ut ... electo fuerunt per / dittos ex(cellentissi)mos D(omi)nos Principem Resuttani, et Ducem Castellane, et Sancii Blasii traditas / et consignatas instructiones ab eis signatas / quarum predittarum istructionum memo/ratarum in pre inserita electione tenor/est, ut seque: ....

Istruzioni di Resuttano

Instruzioni che si pre/sentano da parte del Pri(nci)pe di Resultano / contro il signor Duca di Castellana. / Dovesse per primo fare la pianta topografica del fiume di Platani principi/ando da quel punto ove si uniscono li due/fiumi chiamato Platani eTurvoli si/no che ditto fiume Platani giunge a con/finare con il feudo di Bissana, inoltran/dosi in parte del medesimo feudo sul principio / ed insieme riferire tutti li confini de' / feudi rispettivi, ed Isole confinanti con / detto fiume si della parte superiore del / fiume confinante col feudo dell'Assolic/chialora, e territorio d'Alessandria, come / pure sino alla parte inferiore confinan/te col feudo di Mavaro, Isola della Guardiola, Isola Grande, ed Isola dell'Anguil/laro a terminare col feudo di Bissana. / Riferisca il Perito sulla pianta che do/vrà fare sopra i confini, ed estenzione / del fiume di Platani, se l'Isola chia/mata dell'Anguillaro confina con detto / fiume d'una parte col feudo di Bissana / e suo vallone e se detta Isola d'Anguillaro / resta intersecata d'un vallone che scen/de dal feudo chiamato Ciniè, quanto / l'Isola sudetta resta divisa in due parti per / detto vallone quale parte dell'Isola inter/secata da ditto vallone di Ciniè che va a / confinare coll'altro vallone che scende / dal feudo di Bissana si suole denomina/re la coda della Volpe e se ditta Isola confi/na pure colla fascellaria nel feudo del / Mavaro e se ditta Isola d'Anguillaro o / sia coda di Volpe dalla parte di sopra / vada a confinare con il risalto seu ripa / del corso antico di ditto Vallone di Ciniè / che divide ditta Isola chiamata Anguillaro, / osia coda di Volpe dell'altra Isola detta / di comunia. Riferisca pure se oltre dell'/lsola dell'Anguillaro confinante col fiu/me di Platani vi sia altra terra o altro / luogo da dove puossi confinare con ditto / fiume Platani dal ditto Illustre Duca di Castellana. Dippiù riferisca se il fiu/me Platani nella parte superiore / in quel punto ove si unisce coll'altro / fiume chiamato Turvoli vi sia con/fine propio di ditto Illustre Duca di Castellana / o pure tale congiungimento succede / nel feudo del Navaro propio di detto / illustre Principe di Resuttano. Riferisca / inoltre che distanza vi sia dal punto del / congiungimento del li due fiumi di Pla/tani e Turvoli sino alla prima piscaria / o sia conzo del Principe di Resuttano nel / fiume di Platani. Riferisca finalmente / a che quantità di terre arriva la sudetta / Isola dell'Anguillaro con misurarla e se / ditta Isola ritrovasi coltivata, o pure abbia / vestigii di coltura. Il Principe di Resuttano

Istruzioni di Castellana

II Duca di Castellana. Istruzioni, che si / presentano da parte del Duca di Castellana / contro il signor Principe di Resuttano. Si faccia per / primo la Pianta da cominciare dallo / Stato di San Biaggio in quella parte di ditto / Stato, che bagna il fiume di Platani sino / al feudo di Bissana in quella parte di / detto feudo che bagna il sudetto fiume, e si / descrivano, e notino in ditta Pianta del fiu/me con distinzione tutte le terre, che / dall'una, e dall'altra bagna nel /suo corso detto fiume con esprimere i pos/sessori di ditte terre. Riferisca se detto / fiume prima d'arrivare al feudo di Bis/sana bagna le terre dell'Isola chiamata / della Comunia, ed in quale estenzione / con misurare la quantità delle terre / di ditta Isola e se ditte terre siano inculte / o coltivate e ritrovandone parte col/tivata dica la quantità, e riferisca con qual' sorte di cultura e da quanto / tempo a questa parte per quanto potrà / conoscere colla sua perizia con descrivere / in detta Pianta detta porzione della cen/nata Isola, che si trova coltivata con di/stinzione de' luoghi coltivati, che possedo/no gl'Inquilini. Riferisca finalmente se quella parte di terre sotto lo Stato, e ter/ritorio di Cianciana, che bagna il fiume / di Platani prima d'arrivare al feudo di / Bissana sono terre dell'Isola nominata / della Comunia o pure sono terre dell'Isola / chiamata dell'Anguillaro, e se il fiume / bagna terre dell'una e dell'altra Isola, di/ca quante ne bagna dell'una e quante dell'altra parte colla rispettiva situazione. Il Principe di Resuttano ... .Il Duca di Castellana. ....................Omissis.

Relazione.

Essendo stato eletto io Proingegnero d(on) Giovanni / del Frago qual perito comunemente eletto / dall'Eccellentissimi Signori Don Fiderico di Napoli / e Barresi Principe di Resuttano, e Signor D(on) Age/silao Bonanno Duca di Castellana / e San Blasi a tavola di ditti Signori e per atto / d'elezione sotto il giorno 27. Ottobre 1 775 / per gli atti di notaio Cavaretta di Palermo ... / come siegue cioè: Testamur quod Exc(ellentissi)mus / D(omin)us D(on) Fridericus di Napoli, et Bar/resi Pri(nci)pe Resuttani ex Magnatibus / Hysp(anio)rum et Cubiculo S(acre) R(egie) M(aestatis) cum exercitio / Actualis Pretor hujus felicis et fid(elissi)me Ur/bis Pan(ormi) ex una parte, et Exc(ellentissi)us D(omi)nus / D(on) Agesilaus Bonanno Dux Castellane / et Sancii Blasii ex Magnatibus Hysp(anio)rum ex altera, / m(ihi) N(otarius) c(ognitus) c(oram) n(obis) vig(or)e p(rese)ntis invicem stipulantes / ... elixerunt et nominaverunt ac eligunt et nominant / D(on) loannem del Frago ingegnerium m(ihi) / N(otarius) c(ognitus) pre(sen)tem tamquam ... eorum ex/pertum ad tabulam utriusque contrahentis / vicissimi, et amicabiliter presentatem ine / inda resultatum ad effectum se conferenti / in flumen Platani cum assistentia / respectivorum segretorum su(prascri)tte terre / Cianciane et civ(ita)te Alexandrie sive p(erso)/narum loco ipsorum resp(etti)ve desi/gnandarum per ipsos resp(etti)ve Gubernatore, sive Se/gretos ad requisitionem ipsius d(ict)e del Frago in eo / casu ipsi resp(etti)ves Gubernatores quavis ex ca(usa) / assistere impediti leg(itt)ima ferent ut ab / eodem d(ict)e del Frago conficiatur, et exple/atur planta topograpfia, et datur re/latio justa instructiones eidem Esperto / traditas per ambas ut vigore p(rese)ntis ipse del Fra/go sp(ont)e dixit et decl(aravi)t ac dicit et declarat / instructiones p(redi)ctas habuisse et recepisse a d(ictis) / D(omi)nis Pri(nci)pe Resuttani, et Duce Castellane / per eosdem signatas circa pendentias que / vertunt inter ipsos dictos Pri(nci)pem Resut/tani, et Ducem Castellane quo ad exer/citium, et usum piscandi in flumine / nominato di Platani exs(te)nte in Valle / Mazarie iuxta suos confines dictam que / relationem dandi per acta publici notarii ut in/de pendentiam predictam amicabiliter per / arbitros sive arbitrum ab utraque / parte eligendos sive eligendum aut aliter / visa rel(ati)one pre(di)tta, et omnibus aliis in jure, / et in facto perpensis suum debitum / obtinerent finemac penitus extin/guerentur, Ita quod jura spectantia ditto / del Frago solvantur per partem succum/bentem, sic ex conventione inter eos ut dicunt et non / aliter iuraverunt etc. unde etc. testes D(on) loseph / Catania et D(on) Marianus Muzzo. Ex actis / meis notarii D(on) loachin Cristophori Cavarretta / de Panormi. Colletione salva. In esecuzione di / quanto mi viene ordinato in d(itt)e istru/zioni a me consignate, e firmate da su/dette Parti e per d(itt)o atto relazione etc. confe/ritomi sopraluogo in ditto fiume Platani / con la presenza delli rispettivi Gov(ernato)ri di Ales/san-dria, e di Cianciana per giorni sette/si travagliò sopraluogo per le misure / della Pianta topografica di d(itt)o fiume e p(er) / visolochi in contradittorio di d(itt)e Parti p(er) / la pescaria e p(er) li consi fatti dal d(itt)o Gov(ernato)re / di Cianciana, e per la porzione dell'Isola / detta Isola della Comunia confinante col / Fiume sud(ett)o Platani ove si trova un rial/to di terra dietro che dal Gov(ernato)re di Ales/sandria si asseriva esser vestigio di un / vallone antico che divideva l'Isola dell’Anguillaro di d(itt)a Comunia di sopra ed og/gi d(itt)o Vallone facendo altra strada retta / al d(itt)o Fiume scorre, e lascia diviso detto / terreno che si denomina la coda della volpe onde da me non conoscendosi nel / ditto rialto alcun' vestigio di antico vallo/ne per farne la sperienza secondo la mia / Perizia ordinai di farsi alcuni discavi / nel margine di d(itt)o rialto e dove più / piaceva a d(itt)o Gov(ernato)re d'Alessandria ma tutto / fu inutile in molti discavi molto prò/fondi fatti non si vidde alcun' vestigio / di corso d'acqua, ne di gran Vallone, / come è quello di Ciniè siccome an/cora da parte del Gov(ernato)re di Cianciana / si fecero altri discavi nell'Isola dell'An/guillaro e mestarne alcuni vestigli / di antico letto di ditto fiume Platani / onde restai bastevolmete informato /delle quistioni e finito l'abbozzo con / le misure di d(itt)a Pianta topografica / fu da me comprovata sopraluogo / con molta diligenza alla presenza / di Gov(ernato)ri e suoi Periti, e ritornato / in questa Capitale di Pal(er)mo divengo / a dare la p(rese)nte mia firmata relazione / con rispondere ad ogni petizione di d(itt)i S(igno)ri / con distinzione, brevità, e chiarezza a / primo do risposta alle istruzioni dell'/ Ecc(ellentissi)mo S(igno)r Pri(nci)pe di Resuttano attu/ale Pretore come siegue e poscia dono risposta alle istruzioni dell'Ecc(elleIstruzioni che si presentano da parte del Pri(nci)pe di Re/suttano contro il S(igno)r Duca Castellana.


Istruzioni che si presentano da parte del Pri(nci)pe di Re/suttano contro il S(igno)r Duca Castellana.


1. Dovesse per primo fare la / pianta topografica del fiu/me di Platani principian/do da quel punto ove si uni/scono li due fiumi chiamati / Platano, e Turvoli sino che / d(itt)o fiume Platani giunge / a confinare con il feudo di / Bissana, inoltrandosi in / parte del medesimo feudo sul prin/cipio ed insieme riferire tutti li con/fini de' feudi rispettivi, / ed Isole confinanti con d(ett)o fiu/me si della parte superio/re del fiume confinante col feudo / dell'Assolicchialora, e territorio / d'Alessandria, come pure sino alla / parte inferiore confinante col feudo/del Navaro, Isola della Guar/diola, Isola Grande, ed Isola / dell'Anguillaro a terminare / col feudo di Bissana. /

2. Riferisca il Perito sulla Pianta / che dovrà fare sopra i confini, / ed estenzione del fiume di Platani, / se l'Isola chiamata del l'Anguilla/ro confina con detto fiume d'una / parte col feudo di Bissana / e suo vallone e se detta Isola di / Anguillaro resta intersecata / d'un Vallone che scende dal / feudo di Ciniè, quanto l'Isola / sudetta resta divisa in due parti / per detto vallone quale parte dell'Isola / intersecata da d(ett)o Vallone di / Ciniè che va a confinare coll'/altro Vallone che scende dal / feudo di Bissana si suole de/nominare la coda della Vol/pe e se ditta Isola confina pure / ... colla fascellaria nel feudo / del Mavaro e se ditta Isola d'An/guillaro o sia coda di Volpe / dalla parte di sopra vada a confina/re con il risalto seu ripa del / corso antico di ditto Vallone di / Ciniè che divide ditta Isola chiamata / Anguillaro, o sia coda di Volpe / dell'altra Isola detta la Comunia./


3. Riferisca pure se oltre dell'/lsola dell'Anguillaro confinante / col fiume di Platani vi sia / altra terra o altro luogo da dove puossi confinare / con ditto fiume Platani dal / ditto Illustre Duca di Castellana. /


4. Più riferisca se il fiume / Platani nella parte superiore / in quel punto ove si uni/sce coll'altro fiume chiamato / Turvoli vi sia confine proprio / di ditto Illustre Duca di Castella/na o pure tale congiungi/mento succede nel feudo del / Navaro proprio di detto illustre/Principe di Resultano.


5. Riferisca inoltre che di/stanza vi sia dal punto del / congiungimento delli due / fiumi di Platani e Tur/voli sino alla prima pe/scaria o sia conso del / Principe di Resutta/no nel fiume Piata/ni.


6. Riferisca finalmente a / che quantità arriva di / terre detta Isola dell'Anguil/laro con misurarla e se detta Isola ritrovasi coltiva/ta, o pure abbia vestig/gi di coltura.


Risposta:


1. Fatta da me la sudetta / Pianta topografica del Fiume / Platani ho disegnato il congiungimento / che fa col Fiume Turvoli ed ho deli/berato chiaramente con vere misure / tutti li suoi confini colli rispettivi / feudi, ed Isole confinanti con detto Fiume / Platani che arriva sino al feudo / di Bissana ma non bagna il feudo dell'/Assolicchialora che resta canne 4.0 dietro detto / congiungimento ed è solamente bagnato / dal fiume Turvoli perciò riferisco / come si vede in detta pianta che il sudetto / Fiume Platani dopo il congiungimento col / detto Fiume Turvoli bagna le sponde dell'/lsola della Guardiola, Isola grande, Iso/la dell'Anguillaro nel feudo del Mavaro / e un pezzo dell'Isola della Comunia che at/tacca col territorio di Cianciana e termina e bagna le sponde del / feudo di Bissana, e suo Vallone. /


2. Avendo chiaramente dimostrato sul/la Pianta da me formata tutti li / confini ed estenzioni di detto Fiume / Platani, ed i confini dell'Isola dell'/Anguillaro col detto Fiume e Vallone / di Ciniè che non arriva al Vallone / e feudo di Bissana, ma solamente / arriva al Vallone di Ciniè, restando / cossi divisa dall'Isola della Comu/nia, e questa arriva al Vallone di Bis/sana e detta porzione d'Isola della Co/munia non confina colla fascella/ria, ma resta divisa dal detto Vallone / di Ciniè, e riferisco che detta porzione / d'Isola di Comunia dalla parte di sopra / resta divisa da un risalto di terra / ma non già ripa antica del vallone / di Ciniè come per esperienza costa per / li discavi fatti da parte delli Alessandresi / alla mia presenza coll'assistenza de' / rispettivi Governatori di Alessandria e di Cian-ciana / perciò da me viene denominata / porzione d'Isola di Comunia e non già / porzione d'Isola d'Anguillaro o sia / Coda di Volpe mentre che è divi/sa dall'Isola dell'Anguillaro d'un gran / Vallone ed è attaccata all'Isola della Co/munia nel Stato di Cianciana.


3. Riferisco che detto Illustre Duca di Castella/na non ha altro luogo da dove possa / confinare con il Fiume di Platani / se non da detta Isola di Comunia / la stessa chiamata dall'Ales/sandresi Coda di Volpe dell'An/guillaro. /


4. Avendo diligentemente arreguardato / e misurato il punto del congiun/gimento di detti due fiumi Platani / e Turvoli nel centro della loro cor/rente sotto lo Stato di San Biaggio / riferisco non esservi confine proprio / di detto Illustre Duca di Castellana, ma sue/cede tal congiungimento nel centro della / spiaggia di tre Stati del Navaro / di San Blasi e di Sant'angelo. /


5. La distanza del conso o pesca/ria di detto Illustre Principe di Resuttano al / punto del detto congiungimento / delli fiumi Platano e Tur/voli altro non è, che palmi. 10. / come si osserva nella mia Pianta segnata in lette/ra O. /


6. Finalmente riferisco che avendo diligentemente / misurate le dette terre dell'Isola sudetta dell'/Anguillaro, colla solita corda d'Alessandria di canne 22. inclusa la trazzera / Regia la ho calculato di misura / salmi sette e tumuli nove e un quarto senza / nepure la Fascellaria, e senza passare / il Vallone, e non contando in detta / misura la metà del letto di detto / Fiume. La detta Isola di Anguillaro / è quasi tutta coltivata per uso di seminerii.


Istruzioni, che si presentano da parte del Duca di Ca/stellana contro il signor Principe di Resuttano.


1. Si faccia per primo la Pianta / da cominciare dallo Stato / di San Biaggio in quella parte / di detto Stato, che bagna il fiu/me Platani sino al feudo di / Bissana in quella parte di detto / feudo che bagna il sudetto fiu/me, e si descrivano, e noti/no in ditta Pianta del fiume / con distinzione tutte le terre / che dall'una, e dall'altra sponda / bagna nel suo corso detto fiume / con esprimere i possessori di ditte terre. /


2. Riferisca se detto fiume pri/ma d'arrivare al feudo / di Bissana bagna le terre / dell'Isola della Comunia, ed / in quale estenzione con mi/surare la quantità delle / terre di ditta Isola e se ditte terre / siano inculte o coltivate / e ritrovandone parte col/tivata dica la quantità, / e riferisca con qual' sorte / di coltura e da quanto / tempo a questa parte per / quanto potrà conoscere / colla sua perizia con de/scrivere in detta Pianta detta / porzione della cennata / Isola, che si trova coltiva/ta con distinzione de' luo/ghi coltivati, che possedo/no gl'Inquilini./


3. Riferisca finalmente se / quella parte di terre sot/to lo Stato, e territo/rio di Cianciana, che / bagna il fiume di Pla/tani prima d'arriva/re al feudo di Bissa/na sono terre dell'Isola / nominata della Comu/nia o pure sono terre / dell'/ Isola chiamata dell'Anguillaro, e se il fiume / bagna terre dell'una e dell'/altra Isola, dica quante / ne bagna dell'una e quan/te dell'altra parte colla / rispettiva situazione. /


Risposta:


1. Fatta la mia Pianta topografica con / tutte le distinte misure e descrizio/ne delle terre e luoghi che bagna / detto fiume da San Biaggio sino a / Bissana ed ho notato chiaramente / tutte le terre e feudi con li no/mi de' possessori. Siccome mi vie/ne ordinato per detto presente / istruzione tanto d'una parte / quanto dall'altra sponda, come / si legge nella mia sottoscritta Pianta. /


2. Riferisco, che sudetto fiume Plata/ni prima d'arrivare al feudo di Bis/sana bagna porzione dell'isola chia/mata della Comunia per la lunghezza/di canne cento misurata da me si/no al centro dei due valloni di Ciniè / a Bissana laterali a detta Isola e che / dette terre sono in parte in culte e / parte coltivate, e lavorate per uso di / seminerii per quanto può distingue/re la mia Perizia da anni cinque / a questa parte. Ma se sono stati colti/vati prima non può conoscersi dalla / Perizia, solamente potrebbe sapersi / per scrittura, o per testimonii, che non / è mia ... che dette terrre coltiva/te dall'inquilini sono chiaramente / descritti, e segnati nella mia sudetta / Pianta, che colla solita corda di detto / Stato di Cianciana sono salmi 4. 12. / con la trazzera regia senza la metà / delli Valloni laterali le salme / quattro sopra coltivate / e le tumuli . 12. sono non mai / coltivate quali confinano col / fiume. /


3. Riferisco finalmente che su/dette terre non mai coltivate / che arrivano al fiume Pla/tani sono terre dell'Isola della Co/munia a mio parere per li vallo/ni laterali, e per l'attacco allo / stato di Cianciana. Ma dall'/Alessadresi si chiamano terre / dell' Anguillaro, e detto fiume / ne bagna dell'uno e l'altra / Isola cioè canne .100. di lunghezza /dal centro delli due valloni di / Bissana, e Ciniè per la Co/munia, e canne . 660 . ne bagna dall'/lsola dell'Anguillaro con / metà di ditto vallone di Ciniè / si possono misurare in detta mia / Pianta con canne. 18. metà di / detto vallone ove si unisce al /fiume. /


È questa è la mia relazione firmata di propria / mano oggi in Palermo 11 . Decembris 1775.

Don Giovanni del Frago Proingegnero di qesta Città . et non aliter.

lure etc.

Nil prò juribus / Notaio Tamaio

Unde etc. Testes

Don Franciscus Paulus Tamaio /

et Dominicus Albamente/

ex actis mei Notarli Michaelis Maria

Tamaio / de Panormo / collezione salva.


Relatìo data per don loannem del

Frago Proingegnero




 

 

 

Articolo tratto dal libro: "Sant'Antonino di Cianciana.  Storia di una città di nuova fondazione", Anno 2007, scritto dall'Arch. Paolo Sanzeri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Breve descrizione dell'opera: Il libro si occupa di descrivere Cianciana fin dalle sue origini, Che non coincidono con la data ufficiale di fondazione, ma inizia dall'età del bronzo fino ai primi del '900. Inoltre il libro Tratta dell'archeologia dell'architettura, dell'urbanistica, dell'arte, dell'ambiente e di altri temi inerenti il territorio comunale, in particolare del fiume Platani e della ex Rete Ferroviaria.

Il libro è disponibile presso il bookshop del Museo Civico.