Sample Image   Stefano Caruso, classe 1998, attaccante, sembra già pronto per il calcio dei "grandi.

Proseguiamo il nostro viaggio in cerca di giovani talenti, ancora sconosciuti alla grande platea, ma che iniziano a fare parlare di loro nel mondo sportivo giovanile, e nel nostro caso nel calcio. Oggi i nostri riflettori sono puntati sul giovane attaccante Stefano Caruso, ovvero il bomber principe degli Allievi Regionali dell'Athena Agrigento, che grazie ai suoi 21 goal sta contribuendo in maniera determinate alla conquista del primo posto. 

Un bottino a dir poco eccezionale per il ragazzo di cianciana, classe 1998, che ha mosso i primi passi nella scuola calcio di Angelo Alba a cianciana. Stefano frequenta il terno anno dell'Istituto per geometri di cianciana e dal 2010, grazie ai sacrifici di papà Gino e mamma Beatrice Montalbano è approdato alla Scuola calcio Athena con cui si sta prendendo grosse soddisfazioni. Nella sua permanenza ad Agrigento tra i campionati Esordienti, Giovanissimi e Allievi, Caruso ha messo a segno qualcosa come 70 reti.

Dai suoi allenatori Caruso viene definito come un attaccante moderno, che abbina alla velocità e alla tecnica individuale un grande fiuto del goal. Per lui potrebbero aprirsi nuovi scenari, visto che diversi osservatori di diverse società professionistiche hanno puntato gli occhi su di lui. Lui però è un ragazzo che non si da arie e preferisce rimanere con i piedi ben saldi a terra.


«Sono molto contento perché mi sto prendendo della belle soddisfazioni - dice Caruso - sono ancora molto giovane e ho tanta voglia di crescere. Sono molto lusingato e vi ringrazio per avere posto la vostra attenzione su di me, spero tra qualche anno di diventare un calciatore di buon livello e dare grandi soddisfazioni ai miei genitori che fanno tanti sacrifici per farmi coltivare il grande sogno del calcio».
Tonino Butera


07/02/2015