Sample Image 

Raimondo Filippazzo  Sul neutro del “Paolo Marino” di Castelvetrano, per via dell’ultima giornata di squalifica del “Mariano Di Dia”, il Marian Strasatti soccombe con il risultato di 1 a 0 al cospetto di un Cianciana cinico e determinato, capace di intascare l’intera posta in palio.

La compagine di mister Maggio nonostante la gran voglia di riscatto, data dalle sconfitte rimediate nelle ultime gare del torneo, non è riuscita a finalizzare l’enorme mole di gioco prodotta nel corso dei 90 minuti, subendo in contropiede l’unica rete del match che, per come è maturata, è stata oggetto di vibrate proteste da parte della dirigenza lilibetana che ha contestato la posizione in fuorigioco dell’attaccante del Cianciana.

La cronaca. Subito in avanti gli ospiti che al 1’ si rendono pericolosi con Guida che riceve palla da un compagno e dal limite indirizza in porta, Rustico para. Il Marian si assesta e inizia a manovrare in avanti senza successo però. Al 25’ i locali provano ad offendere : passaggio di Bivona per Zizzo che viene anticipato d’un soffio dal numero uno avversario.

 Nella ripresa lo Strasatti ci prova ma al 60’, in contropiede, subisce la rete di Guida, su cui si scatenano le proteste della dirigenza azzurra per un presunto fuorigioco dell’attaccante, ma per il direttore di gara, il signor Schillaci di Enna, è tutto regolare. All’80’ altra batosta per i locali che rimangono in dieci per l’espulsione di Zizzo, reo di aver commesso un fallo da tergo su un giocatore avversario. “ Giochiamo bene ma niente va per il verso giusto – commenta il dirigente del Marian Strasatti, Tommaso Picciotto-“.

Sulla rete degli avversari, non ha dubbi: “L’attaccante del Cianciana era ampiamente in posizione di fuorigioco”. Scontata ieri l’ultima giornata di squalifica del “Mariano Di Dia”, lo Strasatti disputerà la prossima gara interna sul proprio terreno di gioco.