Sample Image Il Castellammare non passa al comunale ciancianese. La difesa biancoverde non ha lasciato filtrare le punte trapanesi che in ben poche occasioni, soprattutto con Fascella e Mione, hanno cercato la conclusione con dei cross facilmente gestiti da Quinones.

 

 

cianciana

Il primo tempo si conclude con un netto vantaggio, in termini di palle giocate, del Cianciana 2000 che sfoggia una grande padronanza del centrocampo. Al 25’ l’espulsione di Fratello, per un fallo di reazione su Manazza, complica la situazione degli ospiti che a stento neutralizzano i tentativi di affondo degli avversari, spesso presenti sotto porta con Caruana (al 35’ su azione dal vertice sinistro si accentra e calcia colpendo la traversa e poco dopo su calcio piazzato batte mandando alto e mancando di poco lo specchio della porta).

Così come difficile è stato contenere Pagano che con le sue continue incursioni ha destabilizzato la difesa del Castellammare. Vani i tentativi di Giuseppe Mione, sullo scadere, di mettere a segno la rete del vantaggio con un’azione in contropiede: ad attenderlo neutralizzandolo c’era infatti un implacabile Valentino Ceroni. Le reti arrivano nella ripresa, a pochi minuti l’una dall’altra.

Al 15’ è Curella a capitalizzare un cross di Cocò Caruana, trascinatore dei locali, spedendo in rete di testa. Al 25’ è proprio Caruana a porre il sigillo al raddoppio: dopo essere partito in contropiede da centrocampo e aver dribblato 3 avversari calcia da posizione defilata colpendo l’interno del secondo palo che imprime un effetto carambola all’ormai imprendibile sfera. Sterili i tentativi di accorciare le distanze per gli ospiti. “Domenica aspettiamo lo Strasatti, che dopo la sconfitta interna cercherà la rivalsa – ha detto il presidente Nello Paturzo -: anche per questo dobbiamo tenere nella giusta considerazione la formazione. Certo in avanti siamo sbilanciati senza Totò Alfano, ma la formazione oggi ha fatto quadrato dimostrando di poter sopperire all’assenza dell’attaccante”.