L'autore di questa planimetria, delle dimensioni di cm. (58 x 43.3) è anonimo. L'epoca di realizzazione  è dell'anno 1774. L'originale è conservato presso l'Archivio famiglia Spadafora

.

TITOLO: Pianta di un’Isola del Mavaro detta di l’Annissaru

.AUTORE: Anonimo.

DIMENSIONI: mm. 580 x 433

PROVINCIA: Agrigento.

COMUNI: Cianciana, S. Angelo Muxaro.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL DOCUMENTO: Cartaceo.

TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE: Inchiostri colorati; Tecnica a penna e acquarello.

METODI DI RAPPRESENTAZIONE: Orografia: tipo figurativo schematico.Idrografia: al tratto.

SCALA: Intere misure lunghe e quadrate siano mondelli, carrozzi etc.

LEGENDA: Gesù, Maria, GiuseppeNota delle cose appartenenti alla Piantaa: Trazzera nuova, che viene dal Feudo di Bissana, passa per l’Isola  propriamente detta della Comunia, e prosiegue per l’Isola dell’Anguillaro feudo del Mavaro.b: Vallone che viene da detto Feudo di Bissana.c: Fiume di Platani colla pescaria piantatavi dal Signor Principe di     Cianciana. d: Corso attuale del Vallone che viene dal Feudo di Ciniè    territorio d’Alessandria.f: Corso antico di detto Vallone.E: Risalto, seu ripa del sudetto corso antico di detto vallone.G: Trazzera antica, che veniva da Bissana, oggi conceduto a chiusa dal  Signor Principe di Cianciana.m: Vestigi d’un Molino nel territorio di Cianciana.n: Trazzera che viene dalla terra di Cianciana.P: Feudo di Bissana.Q: Feudo del Mavaro.R: Isola del Mavaro detta l’Isola dell’Anguillaro, sopranomata la Coda della Volpe.S: Isola della Comunia concessa a censo da detto Signore di Cianciana da    cinque anni addietro.Z: Feudo di Cianciana.NOTE: Si rileva la presenza dei ruderi di un mulino nel territorio di Cianciana, viene segnalata una trazzera che proviene dal feudo di Bissana, passa per l’Isola della Comunia e prosegue per il feudo del Mavaro e una trazzera antica che proviene dal feudo di Bissana e un’altra che proviene dalla terra di Cianciana; si individua, inoltre, la presenza di una “Pescaria” nel punto di unione tra il Platani ed il Vallone che discende dal feudo Bissana. I nomi del fiume e dei valloni sono indicati direttamente sulla mappa.

 COLLOCAZIONE: ASPA, Archivio famiglia Spadafora, vol. 540, ff.110v. e 112r, (1774).

Articolo tratto dal libro: "Sant'Antonino di Cianciana.  Storia di una città di nuova fondazione", anno 2007, scritto dall'Arch. Paolo Sanzeri.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Breve descrizione dell'opera: Il libro si occupa di descrivere Cianciana fin dalle sue origini, che non coincidono con la data di fondazione ufficiale, ma inizia dall'età del bronzo fino ai primi del '900. Inoltre il libro tratta dell'architettura, dell'archeologia, dell'urbanistica, dell'arte, dell'ambiente e di altri temi inerenti il territorio comunale, in particolare del fiume Platani e della ex rete ferroviaria.

Il libro è disponibile presso il bookshop del Museo Civico.