Si conoscerà nei prossimi giorni la decisione del Consiglio di giustizia amministrativa chiamato a pronunciarsi sulla legittimità della nomina da parte dell’Agenzia regionale dei rifiuti e delle acque del commissario che, circa un anno e mezzo fa, procedetrte all’affidamento del servizio idrico integrato a Girgenti Acque. Il procedimento prese le mosse da alcuni ricorsi presentati dai sindaci di alcuni Comini dell’Agrigentino.

 I giudici hanno esaminato le carte contenute nel fascicolo e le richieste avanzate dalle parti, quindi hanno portato la causa in decisione. Se i ricorsi verranno rigettati, tutto rimarrà immutato, diversamente tutti gli atti commissariali perderebbero efficacia e Girgenti Acque non sarebbe più il gestore del servizio idrico integrato nella provincia di Agrigento.