Anteprima 07/06/13: La Giunta Comunale guidata dal Dott. On. Salvatore Sanzeri nell'ultima seduta del venerdì 7 c.m. ha deliberato con delibera n° 86 l'istituzione civica dell’Antiquarium/Museo Archeologico presso i locali dell’ex Convento dei Frati Francescani Minori sito in largo Convento. Un reale merito va al Sindaco uscente, Dott. Salvatore Sanzeri,  che ha dato impulso alla nascita prima del MUSEO CIVICO ed oggi del MUSEO ARCHEOLOGICO. Un Grazie di cuore. (Paolo Sanzeri)

All’approvazione dello schema di convenzione tra il Comune di Cianciana e la Soprintendenza ai BB.CC.AA. di Agrigento e dello schema di Regolamento del Museo Archeologico;

Ai fini di una più adeguata valorizzazione e fruizione dei reperti archeologici provenienti dal territorio di Alessandria della Rocca, Bivona, Cianciana e Santo Stefano Quisquina, in particolar modo dalle campagne di survey 2009-2012 è risultato concordemente opportuno attivare già dal 20/06/2012 l’esposizione al pubblico degli stessi reperti nell’ambito di una struttura museale ubicata nel medesimo Comune, che, come già previsto nel verbale di deposito temporaneo di reperti archeologici del 17/10/2012, solo temporaneamente veniva realizzata presso i locali  del Refettorio del Convento dei Frati Francescani sito in Largo Convento.

Il Comune di Cianciana a tale scopo, già nella nota n° 7615 del 20/06/2012, metteva a  disposizione i locali ubicati  al piano terra dell’ immobile comunale sito in Largo Convento, noto come Convento dei Frati Francescani Minori Osservanti già locali restaurati, individuato concordemente come sede definitiva dell’esposizione museale.

Detti locali sono stati attrezzati e resi idonei allo scopo mediante opere realizzate dal medesimo Comune con fondi di pertinenza dello stesso Comune;

I reperti che saranno esposti e/o conservati all’interno del citato edificio ubicato nei locali all’uopo destinati sono stati formalmente consegnati mediante apposito verbale del 17/10/2012 sottoscritto dal delegato del Sindaco, Arch. Paolo Sanzeri consegnatario  nominato dal Sindaco giusta nota n° 13233 del 17/10/2012 (art.3 punto b), e dal Dirigente Responsabile U.O. VIII della Soprintendenza, Arch. Bernardo Agrò.

Nel mese di marzo vi è stato un incontro tra: funzionari della Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento coordinati dall’Arch. Bernardo Agrò, il Prof. Johannes Bergemann dell’Università tedesca di Gottingen, il Responsabile del Servizio Museale Arch. Paolo Sanzeri, il Sindaco del Comune di Cianciana Dott. On. Salvatore Sanzeri, il Presidente del Consiglio Paolo Ferraro e l’Assessore  Raffaele Impallari.

La Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento ha preso atto della disponibilità del Comune di Cianciana per l’istituzione di un Antiquarium Archeologico che evidenzi l’importanza del territorio compreso tra l’alta valle del Platani e la valle del Turvoli, oggetto negli ultimi anni di campagne di scavo di survey dalla citata Università e coordinati con la Soprintendenza;

La Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento ha comunicato di aver avviato lo studio del progetto e del percorso scientifico di esposizione al fine dell’istituzione di un polo museale nel Comune di Cianciana;

Al fine di un percorso condiviso tra il Comune di Cianciana e la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Agrigento necessitava l’istituzione civica dell’Antiquarium/Museo Archeologico presso i locali dell’ex Convento dei Frati Francescani Minori sito in largo Convento all’approvazione dello schema di convenzione e del Regolamento del Museo;