Pianta del fiume Platani (d’unione) dé due fiumi sino a Bissana.

L'autore di questa planimetria, delle dimensioni di cm. 56.5 x cm. 43, è anonimo. L'epoca di realizzazione  è 17-01-1775. l'originale è conservato presso l'Archivio famiglia Spadafora.

 

-il costo della planimetria: in cartoncino €. 30/00;

-il costo della planimetria: in tela.......... €. 50/00;

Le spese di spedizione per singolo collo incidono per €. 8/00;

TITOLO: Pianta del fiume Platani (d’unione) dé due fiumi sino a Bissana.

AUTORE: Anonimo.

DIMENSIONI: mm. 565 x 430PROVINCIA: Agrigento.COMUNI: Cianciana, Alessandria della Rocca, S. Angelo Muxaro e S. Biagio Platani.CARATTERISTICHE TECNICHE DEL DOCUMENTO: Cartaceo.TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE: Inchiostri colorati, Tecnica a penna e acquerello.METODI DI RAPPRESENTAZIONE: Orografia: tipo figurativo schematico.Idrografia: in azzurro.Abitazioni: tipo figurativo schematico.Vegetazione: tipo figurativo schematicoSCALA: Decima di corde, cadauna di canne dieci.LEGENDA: A: feudo del Mavaro proprio di S. E. Signor Principe di Resuttano.B: feudo dell’Assicchialora proprio di detto Signor P.pe di Resuttano.C: feudo di Bissana proprio di detto Signor Principe.D: feudo di Cianciana proprio del Signor Duca di Castellana.E: fiume Platani, che scorre né confini del territorio d’Alessandria propria    di detto Eccellentissimo Signor Principe di Resuttano.F: n.° 4 Pescarie in detto fiume di detto Signor Principe di Resuttano.G: unione dè due fiumi Platani, Turvoli, dove vi è al presente una Pescaria    del Signor Duca di Castellana.H: Altra Pescaria fatta nell’anno scorso 1774 dal Signore di Castellana.M: Isola della Comunia da anni 5 addietro data a cenzo dal Signor Duca di      Castellana.N: Trazzera che viene da Bissana, passa pell’Isola della Comunia, e     prosiegue pel feudo del Mavaro.O: Trazzera antica, oggi data a chiuse dal Signor Principe di Cianciana.R: Vallone di Bissana, che corre né confini di detto feudo di Bissana.S: Vallone, che viene da Ciniè, che scorre né confini del Mavaro.P: Risalto, seu ripa del corso antico di detto Vallone di Ciniè, che per una     piena d’acqua lasciò l’antico corso, e ruppe l’Isola dell’Anguillaro.T: fiume di Turvoli, che divide lo Stato di San Biaggio da quello d’Alessandria.g: Feudo di San Biaggio.u: Confini del Feudo del Mavaro, ed Assolicchialora.V: Isola nel Mavaro detta della Guardiola.Z: Isola in detto Feudo chiamata l’Isola Grande.X: Isola in detto Feudo detta l’Isola dell’Anguillaro.R: Isola pure dell’Anguillaro detta la coda della Volpe, pretesa da     Ciancianesi per isola di Comunia.m: Feudo del Salacio Territorio di Sant’Angelo.n: Feudo di Luponero.r: confini di detti feudi Luponero e Salacio. NOTE: La legenda evidenzia la presenza di n° 5 “Pescarie” lungo il corso del fiume Platani, n° 2 “Fascellarie” ubicate nel feudo del Mavaro, i ruderi di un antico mulino; nella planimetria si individua, altresì, la trazzera regia che proviene dal feudo di Bissana, passa per l’Isola della Comunia e prosegue per il feudo del Mavaro, e una trazzera antica nel feudo di Cianciana. Lungo il Platani sono perimetrati dei terreni denominati “Isole”.COLLOCAZIONE: ASPA, Archivio famiglia Spadafora, vol. 540, carta sciolta, (17-01-1775).