Turbativa d'asta a Cianciana. Assoluzione per l'ex Sindaco.

03/12/2008: Due condanne e 13 assoluzioni nel processo per turbativa d'asta a carico di ex amministratori comunali, funzionari ed imprenditori.

Tra gli assolti c'è l'ex Sindaco di Cianciana, Mario Re, mentre è stato condannato a otto mesi di reclusione l'ex Vice Sindaco, Francesco Alfano. Tre anni e sei mesi sono stati inflitti dai Giudici del Tribunale di Sciacca al padre di Francesco Alfano, Ferdinando, imprenditore. La pena gli è stata condonata nella misura di tre anni. Il processo riguardava quattro gare d'appalto espletate dal Comune di Cianciana tra il 1988 ed il 2001. Secondo l'accusa ci sarebbero state irregolarità nelle gare per la realizzazione di un campo da tennis e di un campo di calcetto, per la ristrutturazione della Chiesa Madre, per il recupero urbano della Piazza Aldo Moro e per la sistemazione della Villa Comunale. La sentenza ha notevolmente ridimensionato il quadro accusatorio ed oltre all'ex Sindaco, Mario Re, i giudici del Tribunale di Sciacca hanno assolto anche il Segretario Comuanle Antonella Scibetta, il Dirigente dell'Ufficio Tecnico Paolo Sanzeri, il consulente del Comune Maria Grazia Vitrano, il presidente della commissione di una delle gare, Salvatore Re, e gli imprenditori Salvatore Roccaforte, Francesco Grassadonia, Pietro e Giuseppe Setticasi e Massimiliano Alfano, tutti di Cianciana, Vincenzo Parisi di Favara, Raimondo Aldo Salamone di Riesi e Carlo Napolano di Melino di Napoli.

("GP") 05/12/2008. Giornale di Sicilia