Abuso d’ufficio, chiesto il processo per 5 sindaci dell’Agrigentino.

31/10/2016: Abuso d’ufficio aggravato in concorso. E’ questa l’ipotesi di reato avanzata dalla Procura della Repubblica di Sciacca nei confronti di cinque sindaci, un dirigente comunale e del saccense Vincenzo Marinello per la nomina di quest’ultimo a responsabile del settore finanziario dell’Unione dei Comuni Platani Quisquina Magazzolo, il 9 novembre 2013. Il sostituto procuratore Michele Marrone ha chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Vincenzo Marinello e di Alfonso Frisco, Giovanni Panepinto (capogruppo del Pd all’Ars), Santo Alfano, Filippo Bartolomeo, Francesco Cacciatore e Salvatore Re.

Nella qualità di sindaco del Comune di Alessandria della Rocca e presidente della giunta dell’Unione dei Comuni Platani Quisquina Magazzolo Frisco e i sindaci dei Comuni di Bivona, Cianciana, San Biagio Platani e Santo Stefano di Quisquina gli altri, oltre che di componenti della giunta dell Unione, affidando l’incarico a Marinello, regolarmente retribuito, secondo la Procura avrebbero violato più disposizioni “che pongono all’amministrazione un espresso divieto di fare ricorso a personale esterno per ricoprire incarichi del tipo di quello conferito”.