Nella notte tra giovedì e venerdì una famiglia ciancianese è stata coinvolta in un grave incidente.

Incidente Bosciglio

   2014/06/07: CIANCIANA. Nella notte tra giovedì e venerdì una famiglia ciancianese è stata coinvolta in un grave incidente il cui triste bilancio è di tre morti e due feriti: padre, madre e il figlio sedicenne hanno perso la vita. Si tratta di Antonino Bosciglio, 52 anni, di Arcangela Capurso, 48 anni, e del figlio Alessandro: mentre Gianluca, il 21enne che viaggiava seduto dietro con il fratello, si trova ricoverato e pare non sia in pericolo di vita.

Ferito anche il 26enne conducente alla guida della vettura, una Mercedes, che pare abbia provocato l'incidente le cui dinamiche sono ancora in corso di accertamento da parte degli inquirenti locali. Dalle prime notizie, lo schianto mortale sarebbe avvenuto tra fra Ludwigshafen e Niedernberg in Germania intorno alle 23.45 di giovedì mentre l'auto dei ciancianesi, una Fiat Punto, percorreva un tratto di strada federale, la B469, in direzione Seligenstadt, una cittadina nel distretto di Darmstadt prossima al confine con la Baviera.

Ci sono volute quasi tre ore e mezza e l'impiego di 60 uomini dei vigili del fuoco sul posto, secondo quanto riportato da un sito di informazione online.

 

Dai primi accertamenti effettuati dalla polizia locale e dal rappresentante dell'ufficio del pubblico ministero di Aschaffenburg, che ha incaricato un esperto di approfondire la dinamica dell'incidente, pare che la Mercedes percorresse la strada nella stessa direzione dell'utilitaria e che, dopo un sorpasso, le sia arrivata addosso speronandola da dietro e scagliandola a diversi metri, circa 100, oltre la lingua d'asfalto, fino a un campo dove ha terminato la sua corsa. I paramedici sul posto hanno soccorso il giovane ciancianese sopravvissuto all'incidente che, seppure abbia riportato gravi ferite, come anticipato non dovrebbe essere in pericolo di vita.

fornire sostegno al ragazzo adesso sono alcuni amici della famiglia residenti in Germania che si sono attivati anche per organizzare il rientro delle salme. Intanto il comune montano ieri è stato attraversato da attimi di incredulità e sconforto: Bosciglio era un apprezzato ristoratore ciancianese trasferito all'estero per cercare di migliorare le proprie condizioni di vita e, con la moglie e il figlio, godeva di affetto a grande stima.

Il sindaco Santo Alfano, non senza commozione, ha voluto esprimere il cordoglio che ha colpito l'intera comunità. (*LOG*) Loredana Guida

Quotidiano: Giornale di Sicilia del 07/06/2014.