Auto, con alla guida una Ciancianese, impazzita sulla folla al mercato di Raffadali: due ferite.

   29/08/13: Il 28 agosto una Ford Fiesta di colore bianco, alla cui guida c'era una signora di Cianciana, ha attraversato a velocità sostenuta la via D'Alessandro a Raffadali, investendo dapprima una bancarella con varia mercanzia, e successivamente, due signore. Potevano essere molto più gravi le conseguenze dell'incidente che per pura fortuna non ha causato vittime. ....

 

Tragedia sfiorata, stamani a Raffadali, in via D’Alessandro, dove, proprio il mercoledì mattina, si svolge il settimanale mercato rionale.


Una Ford Fiesta di colore bianco, alla cui guida c’era una signora di Cianciana, per cause ancora da accertare, partendo dalla via Toscana, ha attraversato a velocità sostenuta la via D’Alessandro, investendo dapprima una bancarella con varia mercanzia, e successivamente, due signore che transitavano, proprio in quell’istante, trascinandole lungo una scarpata. L’auto ha poi travolto un cassonetto della spazzatura trascinandolo con sé per circa cinquanta metri, fino alla sottostante via E3, dove ha poi arrestato la sua folle corsa.

L’allarme è stato immediato e i soccorsi sono giunti tempestivi, nonostante qualche difficoltà di manovra da parte delle autoambulanze che hanno dovuto attendere che alcuni commercianti smontassero i loro ampi ombrelloni per poter fare manovra e portarsi sul luogo dell’incidente.

Al momento non si conoscono le condizioni di salute delle due signore ferite: una di nazionalità rumena, l’altra di nazionalità russa, residente in Germania, ma sposata con un emigrato raffadalese. Nessuna delle due, comunque, a parte sicuramente qualche frattura, versa in condizioni gravi e sono attualmente ricoverate all'ospedale San Giovanni Di Dio di Agrigento.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili Urbani di Raffadali e i Carabinieri della locale stazione che hanno effettuato i rilievi e raccolto le prime testimonianze.

I Carabinieri, coordinati, nell’occasione, dal maresciallo Manzo, hanno poi provveduto a sequestrare il mezzo, sul quale saranno effettuati i rilievi, per stabilire le cause dell’incidente. Al momento si tiene in considerazione la tesi del guasto tecnico, ma non si sottovaluta quella dell’errore umano.

Immediate le polemiche, già tra i fruitori del mercato, soprattutto da parte di coloro che da sempre si oppongono che il mercato si svolga in pieno centro abitato, con pochi margini per la sicurezza e, come si è potuto verificare stamani, anche per i soccorsi.