Undici omicidi di mafia, chieste otto condanne.

    13/02/11: Otto condanne di cui quattro all’ergastolo e un proscioglimento per prescrizione. Il pm della Dda Emanuele Ravaglioli ha terminato con queste richieste la lunga requisitoria, durata oltre tre ore, del processo con rito abbreviato in cui sono imputati sette boss e due collaboratori di giustizia accusati di avere messo a segno undici omicidi risalenti agli anni Ottanta e Novanta.

Il carcere a vita è stato chiesto per Salvatore Fragapane, 54 anni, di Santa Elisabetta, capo di Cosa Nostra fino al 1995; Giuseppe Fanara, 54 anni, di Santa Elisabetta; l’agrigentino Calogero Salvatore Castronovo, 61 anni, e il killer di origini realmontine Josef Focoso, 41 anni; tutti ergastolani. Trenta anni di reclusione sono stati proposti per Giovanni Pollari, 61 anni, di Cianciana; il riberese Mario Capizzi, 40 anni, e il siculianese Giuseppe Renna, 45 anni; anche loro già detenuti. Otto anni di reclusione per il pentito di Porto Empedocle Luigi Putrone, imputato reo confesso dell’omicidio di Salvatore Greco. 

Il pm Ravaglioli ha chiesto il proscioglimento per un altro pentito empedoclino, Giulio Albanese, accusato del tentato omicidio di Filippo Panarisi, avvenuto il 14 dicembre del 1986: l’imputazione è stata considerata prescritta. Il processo, con rito abbreviato, è in corso davanti al gup di Palermo Vittorio Anania.

www.agrigentoweb.it