AGRIGENTO (ITALPRESS) - Una truffa, via Internet, a danno degli utenti della rete e, in particolare, dei clienti e-Bay, e' stata scoperta dai carabinieri che hanno arrestato quattro giovani agrigentini. In manette sono finiti Angelo Capobianco ed Enrico Cammarata, entrambi di 21 anni, di Santo Stefano di Quisquina, Carmelinda Sarullo, 19 anni, di Cianciana e Tiziana Faraone, 19 anni, di San Biagio Platani. Devono rispondere di associazione a delinquere, frode telematica, falsificazioni di documenti e truffa. I quattro, secondo la ricostruzione dei carabinieri, dopo avere clonato il "nick-name" di un professionista di Mestre, del tutto estraneo alla frode, attraverso il sito e-Bay, vendevano materiale informatico che non veniva consegnato agli acquirenti, i quali invece pagavano regolarmente la merce. Decine di persone sono state truffate in provincia di Roma, Napoli, Catanzaro e Bologna. (ITALPRESS). 16-Gen-07 18:22 NNNN

www.siciliaonline.it